Feb 27, 2013 - Senza categoria    No Comments

Rifiuti

raccolta_differenziata_2.jpgCon maggiore forza il M5S si propone in forma attiva alle possibili individuazioni e soluzioni delle problematiche pubbliche. Fin dal 1997 in Italia c’è il decreto Ronchi, una legge basata su una nuova regolamentazione dei rifiuti.

E evidente che in Sicilia il problema rifiuti non e mai stato osservato con l’obbiettivo di creare nuove soluzioni.

Su You Tube, spesso si vedono macchinari che raccolgono lattine e bottiglie di plastica, principalmente nel nord Europa.

L’assessorato dell’ambiente Sicilia, potrebbe farsi carico di creare un tavolo con le grandi aziende della distribuzione di alimentari, carburanti  (ENI, ESSO, IP, AUCHAN, METRO, LIDL o altro) suggerendo l’acquisto di questi macchianari.

 Il cittadino ricorrendo all’uso di questi macchinari diventa parte attiva nella salvaguardia dell’ambiente e riceve  in cambio un piccolo contributo.

L’azienda che posiziona queste macchine nei loro spazi, da uno slancio alla propria immagine, aumenta l’affluenza della propria clientela, rivende il materiale riciclato registrandone un guadagno, ed infine può vendere i spazi pubblicitari creati all’interno dei macchinari.

Il comune ha una minore quantità di rifiuti da smaltire, ha più possibilità di raggiungere le quantità stabilite di raccolta differenziata e riceve i finanziamenti del CONAI per le campagne di comunicazione.

Per quanto riguarda i soldi pubblici dal bilancio si potrebbero estrapolare qualche milione di euro dal nostro bilancio ed individuare i siti dove eventualmente posizionare queste macchine (stadi comunali ecc.).

Io credo che con una grande energia e voglia di fare in materia di ambiente ed una piccola spesa da parte della regione Sicilia, si potrebbe cominciare ad educare il cittadino, facendo passare forte il messaggio: ” curare l’ambiente conviene sia dal punto di vista materiale che morale”.

Rifiutiultima modifica: 2013-02-27T08:49:44+01:00da evitamina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento