Nov 15, 2012 - Senza categoria    No Comments

La tecnologia può aiutarci nella raccolta differenziata?

Tecnologia e raccolta differenziata.jpg Alcuni mesi fa ho scritto ad una azienda multinazionale norvergese,leader mondiale nella vendita di macchiari per la raccolta differenziata. L’ email da me inviata è stata indirizzata ad un direttore generale della TOMRA, e solo dopo due giorni mi ha risposto, prima di tutto ringraziandomi per aver avuto interesse per la loro azienda e indicandomi una loro consessionaria esclusiva nell’Italia meridionale e precisamente in Campania, allegandomi addiruttura il numero di cellulare di un responsabile. Spesso ci capita di vedere su you tube video dedicati alla raccolta differenziata di bottiglie in pet o lattine. Parte di questi video arrivano dal “civilissimo” nord Europa riuscendo a stupire gli internauti. Da due settimane si sono svolti le elezioni in Sicilia ed il risultato che è venuto fuori da questa gara elettorale è: il Movimento 5 Stelle primo partito nell’isola. Allora mi dico, si è parlato tanto di rifiuti perché non provare a chiedere una mano alla tecnologia incentivando la buona volontà? Voglio dire che una commissione dell’assessorato regionale all’ambiente siciliano potrebbe consigliare (moral suasion) i grandi marchi di ipermercati nella regione ad attrezzarzi comprando questi strumenti che riciclano pet e lattine. Gli investitori in queste tecnologie potrebbero parzialmente abbattere i costi posizionando pannelli pubblicitari in questi macchinari di raccolta e poi potrebbero contare su maggiori afflussi di clienti che avrebbero la possibilità di avere piccoli sconti sulle bottiglie e lattine inserite negli appositi raccoglitori. Stesso discorso potrebbe essere fatto ai distributori di carburante, dove i clienti inserendo 20 – 30 bottiglie potrebbero avere un caffe gratuito o ogni tot di riciclo di lattine o bottiglie un litro di carburante. L’idea si potrebbe estendere ai stabilimenti balneari, ogni 5/6 lidi dovrebbero attrezzarsi di riciclatori di lattine o bottiglie. Anche gli stadi comunali dovrebbero attrezzarsi e fare sconti ai riciclatori sugli eventi sportivi. Naturalmente i proprietari dei raccoglitori rivenderebbero le lattine o la plastica ai consorzi addetti al riciclo. Noi in Sicilia siamo neanche al 10% di differenziata l’investimento di un po di milioni di euro potrebbe aiutarci ad entrare nell’ottica che l’immondizia conviene riciclarla. L’altra alternativa sarebbe crearne di meno.

La tecnologia può aiutarci nella raccolta differenziata?ultima modifica: 2012-11-15T14:08:00+01:00da evitamina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento